giovedì 10 gennaio 2013

Collaborazione con Staedtler: storia del marchio e della matita

Vi avevo già accennato qui che ho recentemente iniziato a collaborare con l'azienda Staedtler, sono molto orgogliosa di questo perchè è un marchio che conosco bene fin da piccola, perchè a scuola ho utilizzato alcuni dei loro prodotti e ricordo che erano indistruttibili e di ottima qualità; ora, a distanza di tanto tempo, mi ritrovo a testarli dinuovo come mamma e come creativa e a proporli anche a voi.
Mentre sto già testando alcuni bellissimi prodotti che mi sono stati inviati e sto preparando alcuni post a riguardo, vorrei introdurvi la storia del marchio e la storia della matita, perchè anche quelle assolutamente non sono meno importanti rispetto al test sui prodotti, ma anzi sono piene di curiosità e utilissime per capire la realtà odierna della famosa azienda di prodotti per la creatività.


Storia del marchio Staedtler

Il nome STAEDTLER è strettamente legato alla storia di Norimberga e delle sue matite.
Infatti, già molto tempo prima del 1835, l'anno in cui Johann Sebastian Staedtler fondò la fabbrica di matite J.S. Staedtler, a Norimberga operava come costruttore di matite un suo lontano antenato, Friedrich Staedtler, citato nei libri della città già nel 1662.
Il passaggio da impresa artigiana a manifattura industriale avvenne appunto con J. S. Staedtler che il 3 ottobre 1835 ricevette dall'amministrazione comunale il permesso di fabbricare in proprio matite, sanguigne e gessetti.
Verso il 1840 la J. S. Staedtler realizzava già 63 tipi diversi di matite.
Nel 1866 l'azienda contava 54 operai e produceva 15.000 grosse all'anno (= 2.160.000 pezzi).
Nel 1880 la ditta fu rilevata da L. Kreutzer che nel 1898 la trasferì nel quartiere cittadino di Johannis.
Nel 1905 entrò a far parte dell`azienda il Dr. Rudolf Kreutzer che ne rimase alla guida fino alla fine del 1967.
I suoi viaggi in Asia e nell'America Settentrionale portarono ben presto a un ampliamento della rete commerciale in tutto il mondo.
Sotto la sua scorta venne messa a punto una gamma di prodotti ben strutturata e basata su criteri di alta qualità.
Ai giorni nostri, circa 2.200 persone lavorano per il più grande produttore europeo di matite in grafite e colorate. Com'era prevedibile nell'era della globalizzazione, l'azienda ha nel frattempo installato filiali internazionali in tutto il mondo e impianti produttivi in tutti i continenti, ma è a Norimberga, la città natale del suo fondatore, che il cuore della società batte ancora molto forte.
Qui è dove più dei due terzi di tutti gli strumenti di scrittura vengono ancora prodotti. La denominazione "Made in Germany" è diventata il punto di forza della qualità dei prodotti a marchio STAEDTLER.
Le origini della società e la sua storia sono ancora di grande importanza.
STAEDTLER è una delle più antiche aziende industriali in Germania ed è sempre rimasta fedele alla produzione a Norimberga.
Con i suoi prodotti, che si trovano in oltre 150 paesi del mondo, STAEDTLER si considera su scala internazionale una sorta di ambasciatrice del "Made in Germany".

Storia della matita

Nel XVI secolo nelle montagne scozzesi si scoprì un minerale fino ad allora sconosciuto che luccicava come il piombo.
Ben presto ci si accorse che, fissato in una specie di tenaglia in legno o metallo, lo si poteva utilizzare per scrivere.
Nacque così un nuovo utensile per la scrittura che in Germania si diffuse sotto il nome, tuttora in uso, di Bleistift, vale a dire "astina di piombo".
Soltanto nel 1789 un chimico svedese riuscì a dimostrare che non si trattava di piombo, bensì di carbonio cristallizzato, cioè di grafite.
Essendo un minerale raro e perciò molto costoso, la grafite veniva mescolata a zolfo e argilla, successivamente anche a sostanze sintetiche.
In questo modo, a seconda della ricetta usata, si potevano variare i gradi di durezza sfruttando temperature di cottura intorno ai 1100 gradi.

Se vi va, potete visitare la pagina Facebook della Staedtler e il sito della Staedtler Italia.

Ecco i prodotti che mi hanno gentilmente inviato:


























  • Catalogo prodotti;
  • Listino prezzi 2012;
  • Confezione di matite colorate acquerellabili;
  • Confezione di pastelli a olio;
  • Gomma Mars Plastic;
  • Matita HB 2;
  • Temperino a 2 fori con contenitore per trucioli. 
Visto come sono belli? A breve aspettatevi il primo test di alcuni bellissimi prodotti dell'azienda tedesca!

8 commenti:

  1. ciao, piacere di conoscerti, mi sono aggiunta ai tuoi amici, ti ho conosciuta grazie all'iniziativa di Rosa, un bacione sei bravissima :)
    Elly

    RispondiElimina
  2. Ciao Elly, grazie mille per il passaggio, sono contenta che i miei lavori ti piacciano perchè anche i tuoi sono stupendi e ho ricambiato molto volentieri l'amicizia!! A presto!

    RispondiElimina
  3. Mi piace il tuo blog.
    Quindi ho deciso di diventare tua follower!
    Sono arrivata nel tuo blog attraverso kreattiva!
    se ti va passa da me: naturalmentemakeup.blogspot.com

    RispondiElimina
  4. Ciao, grazie mille per essere passata da me! Ho visto il tuo blog ed è pieno di consigli utili, ricambio con molto piacere la gentilezza e tornerò a trovarti!

    RispondiElimina
  5. Molto bello ed interessante il tuo blog!

    I prodotti di questo marchio mi ricordano tantissimo il periodo in cui andavo a scuola, durante il quale li ho sempre utilizzati e mi sono sempre trovata benissimo :)

    Passa anche da me, ti aspetto :D

    e intanto ti seguo molto volentieri :)

    RispondiElimina
  6. Ciao anche io arrivo da Kreattiva...sto cercando gente con le mie stesse passioni!
    Vieni a trovare se vuoi!
    A presto Mamma Dany

    RispondiElimina
  7. veramente interessante..
    www.theprincessgown.com

    RispondiElimina
  8. Quando hai tempo e voglia mi spieghi come funzionano queste collaborazioni? Sembrano davvero interessanti.
    Questa è la mia mail chiara.bc@libero.it

    RispondiElimina

Grazie per essere passato da qui e avermi dedicato un pò di tempo :)
Thanks for stopping by here and for your time :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...